Questo interessante riferimento sul PHAROS II, che sono felice di elencare qui, proviene da una casa di cura di medie dimensioni che si occupa principalmente di persone che da un lato soffrono di Alzheimer e dall'altro di Parkinson.

Nell'estate del 2010 ci è stato chiesto dalla direzione amministrativa di questa casa di cura se ci fosse la possibilità di armonizzare la rete Wi-Fi interna. Le informazioni sono arrivate direttamente da un membro della famiglia di uno dei loro pazienti. Sarebbe persino disposta a pagare per l'armonizzazione dell'edificio.

Al fine di garantire la massima discrezione possibile, ci è stato chiesto di venire al di fuori dell'orario di visita per effettuare le relative analisi. Allo stesso modo la responsabile ci ha detto che personalmente non crede a queste "sciocchezze" e che tutto accade solo nella mente di persone così ipersensibili. Tuttavia, era stata "costretta" dal consiglio di vigilanza a contattarci.

Dopo aver fissato la data della visita, abbiamo analizzato la casa di cura in una domenica (soleggiata). Circa un'ora dopo abbiamo determinato la "posizione" di PHAROS II. Per evitare inutili domande da parte dei visitatori e del personale della casa di riposo (che, tra l'altro, non sono informati di questo provvedimento), abbiamo chiuso PHAROS II in un armadio - invisibile per tutti - su insistenza dei cinque responsabili presenti. La chiave di questo armadio è gestita dal Consiglio di Amministrazione.

Appena due settimane dopo abbiamo ricevuto un primo messaggio dalla persona che ci aveva contattato telefonicamente in precedenza: "Come sapete, non credo a queste sciocchezze. Ma quello che abbiamo potuto notare immediatamente è questo: A quanto pare, i nostri dipendenti sono meno stressati, anche se non abbiamo detto a nessuno della vostra visita. E, come sapete, ci prendiamo cura delle persone che hanno bisogno della nostra massima attenzione.

Tuttavia, la cosa più inspiegabile per tutti noi - soprattutto per me - è il fatto che in TUTTI i pazienti senza eccezione il dosaggio dei farmaci è stato ridotto, a volte drasticamente, e che quei pazienti che trovano facile la comunicazione dicono di sentirsi molto meglio da qualche giorno.

Noi, che eravamo presenti quando il PHAROS II è stato collocato, non possiamo spiegare questi effetti in modo logico, perché tutti i test clinici che abbiamo effettuato e che naturalmente stiamo ancora effettuando mostrano chiaramente che lo stato di salute di praticamente tutti i pazienti è ovviamente migliorato.

>• Feedback * Mucche
>• Feedback * Studio medico
>• Feedback * Casa di cura
>• Feedback * i nervi a pezzi
>• Feedback * anche i vicini ne beneficiano
>• Feedback * la consultazione dei 18 piani


>• scegliere un PHAROS II nel WEB-Shop

>• torna alla categoria principale PHAROS II

>• torna alla categoria principale selezione prodotti - III