Le piante e gli animali reagiscono all'elettrosmog ad alto livello. La medicina veterinaria ha già registrato diversi nuovi modelli di malattie in questo contesto. A metà degli anni Novanta, ad esempio, nelle montagne svizzere, i guardiacaccia e i boscaioli hanno scoperto che molti camosci e stambecchi soffrono stranamente di herpes e poi muoiono per le conseguenze della polmonite. La causa di questa morte improvvisa è stata febbrilmente ricercata.

Finché non si è scoperto per caso che questi sintomi della malattia sono comparsi dopo l'installazione di antenne di telefonia mobile in montagna, in modo che gli sciatori potessero utilizzare questo servizio anche sulle piste.

Se le colonie di api vengono spostate vicino alle linee elettriche, le api indaffarate reagiscono chiaramente contro i loro altri istinti. Diventano aggressivi senza motivo apparente e si mettono l'uno contro l'altro. Gli ultimi sopravvissuti attaccano anche la loro stessa regina e la uccidono.

Vorrei sottolineare che non voglio suscitare opinioni negative sulla radio mobile ... ma vorrei sottolineare che "io" ho la tecnologia per ripolarizzare i segnali di radiazione delle antenne di telefonia mobile con energia tachionica. Per gli operatori, che guadagnano miliardi di profitti ogni anno, l'equipaggiamento delle antenne radio mobili esistenti con un adeguato know-how sui tachioni sarebbe un gioco da ragazzi. I risultati che ne deriverebbero andrebbero a beneficio di migliaia di persone, oltre che della flora e della fauna.

Medicina tradizionale

Da quando la medicina ortodossa si è occupata più da vicino del problema dell'elettrosmog, negli ultimi anni sono stati registrati molti nuovi quadri clinici. È interessante notare che i bambini negli edifici scolastici irradiati hanno una probabilità statisticamente molto più bassa di passare dalla scuola elementare alle classi superiori.

I sintomi più noti che sono associati all'elettrosmog:

stanchezza * stress * allergie * mal di testa * nervosismo * depressioni * disturbi del sonno * malattie mentali * cancro * forte sudorazione * suscettibilità alle infezioni * mancanza di concentrazione * valori del sangue alterati * arti doloranti * reumatismi * problemi cardiovascolari * dolori articolari * mal di schiena * problemi ad addormentarsi * crampi muscolari * ronzio nelle orecchie * problemi visivi

E, per completare questa categoria, un po' di biofisica


L'organismo rappresenta un circuito chiuso e "trasporta" questi impulsi da "sopra" a "sotto", e da "sinistra" a "destra", attraverso tutto il corpo. Il sistema immunitario percepisce che le cellule del corpo assorbono meno ossigeno in prossimità dei raggi interferenti, poiché il flusso di energia della membrana cellulare è disturbato da questi sottili stimoli elettrici esterni.

Inoltre, è dimostrato che le sinapsi (punto di contatto tra le cellule nervose) sono disturbate nella loro funzione. Seguono sintomi come stanchezza, nausea, perdita di concentrazione, mal di testa o bruciore agli occhi. Secondo lo stato attuale della ricerca, un campo magnetico di 300nT (nanotesla) è sufficiente a compromettere gravemente lo scambio ionico naturale tra le cellule!

Il sistema immunitario percepisce che le cellule del corpo possono assorbire meno ossigeno quando rimangono in prossimità dei raggi interferenti per un periodo di tempo più lungo, poiché questi sottili stimoli elettrici esterni disturbano il flusso di energia della membrana cellulare. Attraverso la pleomorfologia (diagnostica in campo oscuro), i danni corrispondenti nel sangue possono essere diagnosticati con sorprendente precisione e facilità.


>• sezione successiva: Informazioni di base

>• torna alla categoria principale Elettrosmog