Tutte le moderne teorie del colore si basano sui principi della teoria del colore di Johann Wolfgang von Goethe. Goethe stesso ha descritto lo studio dei colori come l'opera della sua vita e vi ha attribuito maggiore importanza che alle sue opere letterarie. Ha affermato che ci sono tre colori puri: il rosso, il giallo e il blu, e che gli altri colori sono miscele di questi.

Se questi colori sono ora mescolati in parti uguali, si ottengono i colori misti del primo ordine: il rosso e il giallo producono l'arancione, il giallo e il blu producono il verde, il blu e il rosso producono il viola.

I colori opposti sono chiamati colori complementari. Il verde è correlato al rosso, il giallo è il colore complementare al viola e il blu è correlato all'arancione.

Ogni colore influenza le nostre emozioni per la sua lunghezza d'onda e quindi influenza l'intero essere umano. Nell'area culturale europea, ad esempio, il medico romano e autore del "De Medicina" Aulus Cornelius Celso, nel I secolo d.C., utilizzava cerotti colorati per promuovere la guarigione di qualsiasi malattia. Ancora oggi, 2000 anni dopo, i colori sono parte integrante della nostra vita quotidiana!

Che i colori siano usati per la salute o per esempio nell'area del Feng Shui; senza di essi la vita sulla terra sarebbe un affare squallido.

La natura!

Siamo circondati e abbracciati da essa - incapaci di uscirne e incapaci di andare più a fondo. Slegata e non avvertita, ci porta nel cerchio della sua danza e si allontana con noi fino a quando non siamo stanchi e non cade dalle sue braccia. Crea forme eternamente nuove; ciò che c'è non c'è mai stato prima, ciò che c'era non tornerà mai più - tutto è nuovo eppure sempre il vecchio.

Viviamo in mezzo a lei e le siamo estranei. Ci parla incessantemente e non ci rivela il suo segreto. Abbiamo un effetto costante su di lei eppure non abbiamo alcun controllo su di lei. Sembra che abbia messo tutto sull'individualità e non si preoccupa degli individui. Costruisce e distrugge sempre e il suo laboratorio è inaccessibile.

Lei è l'unica artista: dal materiale più semplice ai più grandi contrasti: senza alcuna parvenza di sforzo alla più grande perfezione - sempre coperta con qualcosa di morbido per la più precisa determinazione. Ogni sua opera ha una sua essenza, ogni sua apparizione è il concetto più isolato, eppure tutto ne fa uno.



Johann Wolfgang von Goethe - Frammento dal »Tiefurter Journal« 1783


>• sezione successiva: rosso

>• torna alla categoria principale La teoria dei colori