Le piante e gli animali reagiscono all'elettrosmog ad alto livello. La medicina veterinaria ha già registrato diversi nuovi modelli di malattie in questo contesto. A metà degli anni Novanta, ad esempio, nelle montagne svizzere, i guardiacaccia e i boscaioli hanno scoperto che molti camosci e stambecchi soffrono stranamente di herpes e poi muoiono per le conseguenze della polmonite. La causa di questa morte improvvisa è stata febbrilmente ricercata.

Finché non si è scoperto per caso che questi sintomi della malattia sono comparsi dopo l'installazione di antenne di telefonia mobile in montagna, in modo che gli sciatori potessero utilizzare questo servizio anche sulle piste.

Se le colonie di api vengono spostate vicino alle linee elettriche, le api indaffarate reagiscono chiaramente contro i loro altri istinti. Diventano aggressivi senza motivo apparente e si mettono l'uno contro l'altro. Gli ultimi sopravvissuti attaccano anche la loro stessa regina e la uccidono.

Vorrei sottolineare che non voglio suscitare opinioni negative sulla radio mobile ... ma vorrei sottolineare che "io" ho la tecnologia per ripolarizzare i segnali di radiazione delle antenne di telefonia mobile con energia tachionica. Per gli operatori, che guadagnano miliardi di profitti ogni anno, l'equipaggiamento delle antenne radio mobili esistenti con un adeguato know-how sui tachioni sarebbe un gioco da ragazzi. I risultati che ne deriverebbero andrebbero a beneficio di migliaia di persone, oltre che della flora e della fauna.


>• sezione successiva: Colony Collapse Disorder (CCD)

>• torna alla categoria Miele e api mellifere