Nel 1938 la coppia di sposi Valentina e Semyon Kirlian fece la scoperta accidentale che con l'aiuto di un generatore ad alta frequenza gli oggetti registrati su carta fotografica raffigurano un atrio.

All'inizio degli anni '50, un rapido sviluppo nel campo della fotografia Kirlian iniziò nell'allora URSS con applicazioni sempre più nuove. Nel 1987, quando questa tecnica fotografica è stata dichiarata segreto di Stato, circa 80.000 scienziati ci stavano lavorando. In seguito la NASA ha rilevato il lavoro scientifico con la fotografia Kirlian e lo ha classificato come "top secret".

In un campo ad alta frequenza, un'emissione di ioni o tachioni prodotta dall'oggetto è un fenomeno caratteristico e si applica a tutti i corpi naturali, compresi gli organismi viventi. Questo campo, che avvolge ogni organismo vivente, è conosciuto oggi dalla scienza anche come "aura". Questo termine apparve nel Medioevo sotto il sinonimo di "aureola". Oggi esistono sul mercato diversi dispositivi con i quali è possibile osservare questa "aura".

Interessanti sono le "foto dell'aura" di piante e altri esseri viventi. Specialisti addestrati ed esperti sono in grado di identificare lo stato di salute e i problemi fisici sulla base di tali immagini.

Forse è sorprendente che ci fossero e ci siano apparentemente persone che possono vedere quest'aura. È quindi comprensibile che per la maggior parte delle persone questo sia assolutamente incomprensibile. Fortunatamente, però, da molti decenni esiste un semplice ausilio ottico, grazie al quale l'aura può essere resa visibile. Dobbiamo questa invenzione epocale al medico inglese Dr. Walter John Kilner, nato il 23 maggio 1847. A quel tempo, il dottor Kilner fu il primo specialista in elettroterapia al St. Thomas Hospital di Londra.

Ispirato dalle numerose pubblicazioni in questo campo, il dottor Kilner iniziò a cercare costantemente aiuti ottici per rendere visibile l'aura tanto discussa e molto controversa che circondava l'uomo. Ha trovato un primo mezzo adatto nel colorante blu dicianina. All'epoca la dicianina era prodotta come colorante sensibilizzante dalla ditta tedesca Meister Lucius & Brünning di Höchst.

Kilner ha riempito questa soluzione colorante in due piccoli contenitori, che aveva realizzato con strati di vetro tagliato. Montò queste bacinelle in miniatura in una cornice per occhiali e osservò così il profilo di un paziente svestito che si era appoggiato al muro di una stanza. Con questo metodo, l'osservatore non solo è riuscito a vedere una luce chiara intorno al corpo, ma anche a sviluppare una diagnosi da esso nel tempo. Conclusione: il corpo umano, visto nel suo insieme, con il suo numero innumerevole di cellule, che a loro volta emettono onde elettricamente misurabili, è circondato da un campo elettromagnetico.

Conclusione: il corpo umano, visto nel suo insieme, con il suo numero innumerevole di cellule, che a loro volta emettono onde elettricamente misurabili, è circondato da un campo elettromagnetico.

Nelle giornate limpide e calde è possibile vedere i tachioni ad occhio nudo. Quando si guarda il cielo blu in modo rilassato, si vedono nell'aria delle macchie dorate e lucenti, che assomigliano all'immagine dello sperma al microscopio.

Da anni si sospetta che i cosiddetti "asterischi", che possono verificarsi quando c'è dolore nella zona della testa, siano tachioni. Sulla base di decenni di osservazioni, possiamo ora affermare con certezza che i tachioni sono raggruppati intorno al punto in cui i campi elettromagnetici delle cellule colpite interagiscono, soprattutto in caso di lesioni.


>• sezione successiva: Campi d'applicazione

>• torna alla categoria principale Tachioni